IL MITO DELLA ROUTE 66 - Cosa vedere

null
L'itinerario della Route 66

L'itinerario della Route 66

null
 

IL MITO DELLA ROUTE 66 - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: TR4USS522

L’11 novembre 1926, il nome Route 66 venne approvato ufficialmente del Bureau of Public Roads, diventando così una delle prime Highway americane ad attraversare trasversalmente tutto il Paese. Partiva da Chicago per arrivare alle infinite spiagge di Santa Monica (LA), dopo ben 2.448 miglia. 

 

Durante gli anni della Grande Depressione, la Route 66 fu teatro delle grandi migrazioni verso Ovest per cercare fortuna. A questa strada si legò il mito di una California terra di fortune e divertimento che fu patria di grandi artisti. Qui nacquero motel, stazioni di servizio, drive in che fecero dell’illuminazione al neon il loro marchio di fabbrica. Verso la metà degli anni ’50 la Route 66 iniziò a conoscere un declino, per la costruzione delle Interstate a più corsie.

 

Anche se rimangono larghi tratti del tracciato originale oggi la Ruote 66, ufficialmente non esiste più.  Ogni leggenda nasce da una storia. Così, la Route 66 è protagonista di un mito che ancora oggi permane forte nei cuori di molti giovani desiderosi di avventura. Alcuni di loro sono chiamati dalla voglia di libertà, altri per dare vita al racconto di persone che per anni l’hanno percorsa spinti dalle più svariate motivazioni, altri semplicemente per vivere un’avventura indimenticabile. Passerete dai grandi laghi dell’Illinois alle infinite distese di Kansas e Oklahoma.

 

Man mano che si percorre la Route verso ovest, i campi di mais lasciano spazio ai cactus e ai deserti di Arizona e New Mexico. Incontrerete luoghi magnifici e carichi di magia come il Gran Canyon e la Monument Valley. Arriverete in California: la terra dell’oro, la terra del cinema, la terra del surf e del sole. Più avanti c’è Santa Monica, dove l’ultimo storico palo segnaletico della Route 66 giace ancora piantato nel pontile della città affacciato sull’Oceano Pacifico.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK